Su questo sito usiamo i cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando la navigazione sul sito, date il vostro consenso ad accettare i cookies.

Per saperne di più sui cookies che utilizziamo e come disabilitarli, vi invitiamo a visitare la pagina relativa alla nostra Cookie Policy

Vi invitiamo inoltre a prendere visione della nostra Privacy Policy

"Scegliere di essere chi si è, è guardare la vita di fronte."

Sal Giampino - Arti e Visioni
"LA REGOLA DEL TANTALIO" - Un romanzo di Claudio Forti di Sal Giampino

"LA REGOLA DEL TANTALIO" - Un romanzo di Claudio Forti

Questo secondo romanzo di Claudio Forti, scrittore e drammaturgo marsalese, conduce le “menti menzognere” dei lettori attraverso un viaggio sciamanico, fatto di allucinate rivelazioni che attraversano il cammino verso il riconoscimento del nostro vivere e verso quell’aberrata civiltà che sta omologando tutti nella mediocre idea di vivere per un padrone;

idea che è quella di tutti coloro che si assoggettano al benessere nel superfluo, alla poltrona, al potere del denaro e che per raggiungerlo e mantenerlo, senza alcuna compassione per se stessi e per la stessa umanità, rinunciano al battito del proprio cuore “duale”, dove sistole e diastole si accordano con nero e bianco, con bello e brutto, con buono e cattivo, con inspirazione ed espirazione, tutte fasi energetiche naturali di corpi che hanno dimenticato di essere, e che sono, invece, ormai destinati a vivere un controllo addomesticato che li pone, tutti, all’interno di un loop senza più vie di uscita.

La lunga perifrasi letteraria raccoglie il moto del pensiero/domanda latente nella modernità: “C’è un complotto che impedisce a tutti gli esseri umani di essere felici?“. Un pensiero/domanda che è costantemente distratto da un Ego dominatore delle menti mediante infiltrazioni di false promesse esterne e di contaminanti approvazioni interiori. Gli accadimenti si dipanano, così, romanzati, nella realtà che sta, oggi, sotto gli occhi inconsapevoli di tutti. “La regola del Tantalio” è più che un romanzo, è una vera denuncia che tende al risveglio degli spiriti dormienti e involuti. Da leggere per far parte della rivoluzione delle anime già in corso, prima che un “matrix” ingoi tutti quanti.

Tags: Arte